Le schede del Corno
 
Manlio Bonati, 26 dicembre 2005
Pietro Savorgnan di Brazzà (nato a Castelgandolfo il 25 gennaio 1852, morto a Dakar il 14 settembre 1905), nato in Italia ma naturalizzato francese, è noto specialmente per le sue esplorazioni nel Congo per conto della Francia, dove si incontrò con Henry Morton Stanley, che stava compiendo la traversata del continente.
Più volte si addentrò in quelle regioni, instaurando amichevoli rapporti con gli indigeni. Fondò la città di Brazzaville. Esplorò l’Alima e il bacino dell’Ogouè, aprendo strade e traffici di capitale interesse commerciale.
Le Poste Italiane il 14 settembre 2005 gli hanno dedicato un francobollo.

Cfr.:
Luigi Fiorentino, Pietro Savorgnan di Brazzà, Torino, G. B. Paravia & C., 19702;
Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia, Pietro Savorgnan di Brazzà esploratore friulano, catalogo di Caterina Baldissera, Pordenone, Grafiche Editoriali Artistiche Pordenonesi, 1982;
Jean Autin, Savorgnan di Brazzà. Un profeta del Terzo Mondo, Tricesimo, Aviani Editore, 1985;
Gabriele Gregoletto, Pianeta Terra. Dizionario di navigatori, esploratori, scienziati e viaggiatori che, con le loro azioni o imprese piccole e grandi, contribuirono principalmente alla conoscenza geografica della Terra, Cornedo Vicentino, dicembre 2004 (edizione provvisoria fuori commercio);
Silvio Zavatti, Uomini verso l’ignoto. Gli esploratori nel mondo, Ancona, Gilberto Bagaloni Editore, 1979;
Elio Zorzi, Al Congo con Brazzà. Viaggi di due esploratori italiani nel carteggio e nel “Giornale” inediti di Attilio Pecile (1883-1886), Milano, Istituto per gli Studi di Politica Internazionale, 1940.
MB  
 
index
        

© 2004 Il Corno d’Africa

Tutti i diritti letterari e fotografici riservati