Nicky Di Paolo, marzo 2011

Fino dal maggio 1936 il governo italiano si pose il problema delle comunicazioni stradali in Africa Orientale, divenendo di fatto la cosa più importante da affrontare: infatti in tutto il Corno non esistevano strade a parte l’operato del Genio Militare che costruì molte vie, ma tutte inadatte per l’uso civile. Le stesse  “ Strade Imperiali “, vantate dagli etiopici erano solo  delle  piste, impraticabili nella stagione delle piogge e totalmente inadatte al transito di vetture e tanto meno di camion.Divenuta per l’Italia una realtà l’acquisizione di Colonie nell’Est Africa, si imponeva subito la costruzione di una rete stradale in stile europeo e adatta a qualsiasi tipo di veicolo, premessa indispensabile se si voleva dare vita al programma di lavoro quale quello promesso dal governo italiano ai popoli del Corno …

Leggi l’articolo di Nicky Di Paolo qui: https://www.ilcornodafrica.it/st-strade.htm